Riso

Riso Eslambolì - Eslamboli polò

Questa è l'unica ricetta di riso bassmatì che non richiede una precottura, ma va comunque cotta a vapore.La sua preparazione è più lunga rispetto alle altre ricette, ma vale la pena provarla. E' molto gustosa sopratutto se userete dei pomodori freschi per il sugo; lasceremo ad amollo per mezz'ora ora circa nel sugo di pomodoro prima di iniziare la cottura perchè "si impregni" del sapore del sugo, ma se avete fretta tralasciate questo passaggio.

L'aggiunta del burro (50 grammi circa) al sugo conferisce un sapore molto delicato al riso.

Ricordo che la pentola per la cottura del riso (di ogni tipo) deve essere larga e medio-alta, meglio se antiaderente

Questa ricetta può essere preparata con è senza spezzatino.

Riso alle verdure - Sabzì Polò

Questa ricetta, oltre che essere molto fresca e saporita, è quella del riso che si mangia tradizionalmente alla festa del capo d'anno persiano. Va accompagnata con pesce infarinato e fritto. Il tipo di pesce che si usa per questa ricetta è "il pesce bianco" (mahì sefìd) che proviene dal mar Caspio ed è il lontano cugino del branzino. La quantità di verdure riportate è intesa come verdure fresche, se usate quelle secche, come per l'erba cipollina o l'aneto, calcolate 1 bicchiere per l'erba cipllina e mezzo bicchiere per l'aneto. Il coriandolo fresco lo potete facilmente trovare nelle macellerie musulmane.

Reshtè Polò

Ecco a voi una ricetta tradizionale iraniana. Questo strano riso, farcito con "linguine" iraniane, datteri, uvetta e zafferano si prepara alla vigilia del capodanno persiano (21 marzo). Pare che sia di buon auspicio per trovare lavoro! Vi chiederete come sono le linguine iraniane... di simile alla pasta italiana hanno solo la forma! La pasta e il sapore sono decisamente diversi. Se siete fortunati lo potrete trovare nei negozi di alimentari iraniani con il nome "reshtè"; in alternativa, basta spezzare a metà le linguine italiane, e farle tostare (imbiondire) leggermente in una teglia antiaderente poco per volta. Il risultato non vi deluderà.

Riso pilaf con fave e cime di aneto(dill) - Baghalì polò

Questa è una delle versioni più gustose della cucina iraniana. Si tratta del riso pilaf condito con fave e cime di aneto. Per gustarlo pienamente lo si accompagna con il cosciotto di agnello al forno. * La preparazione del riso è la stessa del riso pilaf.

Riso farcito dolce - Shirin polò

Se nella cucina iraniana esiste 'un piatto dei piatti' quello è proprio il Shirin Polò. E una perfetto amalgama di colori, sapori e gusti, senza nessun sbilanciamento. Lo zafferano e le bucce d'arancia (queste vanno 'ricavate' a mano a mano che se ne mangiano; potete preparane di più e congelarle) sono alla base di questo raffinato piatto. Quindi munitevi di pazienza ed attrezzi e seguite le istruzioni.

Riso pilaf cotto a vapore - Polò

Saper cucinare il 'polo' è semplice, ma richiede attenzione, un po' d'esperienza, e ovviamente la giusta qualità di riso. Come per la pasta, ci sarà da controllare se sarà al dente, questo lo imparerete mano a mano che lo cucinerete.
Nei negozi di gastronomia orientale potete facilmente trovare la qualità 'Basmatì', quella che si adatta meglio a questo tipo di piatto: è a chicco lungo, sottile e color avorio, da non confondere con quello profumato tailandese, che richiede tutt'altra modalità di cottura (riportato sulle confezioni); comunque se doveste riscontrare troppe difficoltà nel realizzare il 'polò' col basmatì usate pure quello profumato.
Quindi armatevi di pazienza e buon lavoro!

Condividi contenuti